Assadakah e l’Università UNITELMA Sapienza di Roma in Libano

Paola Angelini, Roma Accompagnate da Talal Khrais, responsabile di politica estera di Assadakah Onlus Associazione Italo-Araba, una rappresentanza dell’Università Telematica Unitelma Sapienza di Roma è stata in Libano con l’obiettivo di rafforzare i legami di cooperazione fra i Paesi. La delegazione italiana era rappresentata dalle Professoresse Rosella Castellano, Azzurra Rinaldi e Sara Sergio. Il gruppo…

Ultime sulla guerra in Siria: le menzogne sulle armi chimiche

Talal Khrais –  Paola Angelini, Roma Jafar Mhanna, Hama Mohamad Eid, Aleppo Bogdana Ivanova, Mosca Il ricorso alla guerra come mezzo di risoluzione delle dispute internazionali è stato per lungo tempo considerato legittimo, ma la guerra è una macchina mostruosa perché una volta messa in movimento travolge tutti. Le ragioni che la sollecitano sono gli…

Mosca recupera il ruolo in Libia

Bashir Saleh Bashir  intervistato a Mosca dalla collega Bogdana Ivanova della redazione Assadakah Onlus Associazione Italo-Araba Redazione Paola Angelini- Redazione Assadakah Bashir Saleh Bashir originario del Fezzan, regione della Libia nel cuore del deserto del Sahara, è stato il braccio destro del leader Moammar El Gheddafi, l’uomo di fiducia e riferimento dello Stato, Capo di…

I libici delusi dalla politica estera italiana

Talal Khrais – Paola Angelini in collaborazione con la redazione Assadakah di Tripoli A differenza della loro appartenenza politica i libici sono delusi dalla politica estera italiana, pur apprezzando le recenti dichiarazioni del vice premier Matteo Salvini che ritiene necessaria una cooperazione più intensa con i Paesi del nord Africa, opinioni rilasciate da uomini d’affari…

Summit aTehran

Talal Khrais, Paola Angelini – Roma Con la collaborazione di Mohamad Ballout – Teheran I leader di Federazione Russa, Repubblica Islamica dell’Iran, Repubblica Turca si sono incontrati a Teheran per discutere la questione Siria. Un vertice trilaterale di grande interesse per il destino della regione Mediorientale, le risoluzioni saranno decisive, in particolare per la Siria,…

IL GIORNALISMO PUO’ CONTRIBUIRE AL FUTURO DELLA SIRIA?

Roberto Roggero …Si, è possibile, ma quale tipo di giornalismo? Non certo quello dei media di stato, necessariamente schierati e di parte. Un aiuto fondamentale può arrivare dal giornalismo indipendente, che ogni giorno si scontra con le varie censure, con le libertà di stampa imposte dai vari governi, e dal quale per altro ariva oltre…

Idlib, elemento di disturbo fra Turchia e Russia

Roberto Roggero Mentre, da una parte, la Turchia si allontana dagli Stati Uniti, a causa delle accuse che Ankara rivolge a Washinton per la parte avuta nel tentativo di colpo di stato dello scorso 15 luglio, e per dare ospitalità al predicatore Fetullah Gulen, considerato il principale responsabile; dall’altra parte, per controbilanciare, si riavvicina alla…

Giordania, crisi economica e sociale

Roberto Roggero Se ne parla poco, eppure è un elemento chiave nello scacchiere mediorientale. Lo è stato recentemente, usato dall’intelligence americana come pedina sacrificabile da dove dar fuoco alle polveri della guerra in Siria, e oggi, che il conflitto si sta esaurendo, lo è ancora di più come catalizzatore per il futuro della stessa Siria,…

Israele interverrà in Siria contro l’Iran?

Roberto Roggero Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, ha dichiarato, mercoledi 20 agosto a Dimona, che l’accordo militare concluso fra Siria e Iran non impedirebbe a Israele di attuare un intervento contro le forze iraniane in territorio siriano: “Chiunque minacci la nostra sicurezza, non otterrà mai quello che si propone di fare. Le nostre forze…

Beirut – Libano e Russia per il rientro dei profughi siriani

Roberto Roggero Il curatore responsabile Ufficio del ministero degli Affari Esteri libanese per gli espatriati, Gebran Bassil, ha incontrato, giovedì 30 agosto, l’ambasciatore russo in Libano, Aleksandr Zasypkin, con il quale ha conclusuo alcune fasi fondamentali dei negoziati in corso, in particolare riguardo le iniziative russe per facilitare il ritorno in Siria dei profughi fuggiti…

Opinione sull’immigrazione

Talal Khrais testo di Talal Khrais È il caso di smontare le menzogne di molta stampa serva del potere… Dal 1986 sono corrispondente per la stampa estera e desidero dare la mia testimonianza: Auspico che la nostra intelligenza non sia insultata dai servizi di informazione, alcuni Tg hanno mandato in onda i servizi sui centri…

Yemen – La più grande crisi umanitaria del mondo

Roberto Roggero Da oltre tre anni è in atto la guerra civile nello Yemen, che sui media occidentali sta passando sotto un paradossale silenzio, nonostante sia in atto una crisi umanitaria senza precedenti, più grave di quella causata dal conflitto siriano. La popolazione yemenita è allo stremo, i morti accertati sono ormai oltre 15mila, e…

Siria: Washington spinge su Mosca per il ritiro dell’Iran

Roberto Roggero Il caso nasce da alcune notizie diffuse dalla tv panaraba Al-Jazeera, che hanno dato luogo a ipotesi circa un aumento della tensione nei rapporti Mosca-Teheran, dopo il sostanziale decadimento definitivo degli accordi sul nucleare. Secondo i dirigenti iraniani, la diplomazia internazionale avrebbe tradito l’Iran, anche da parte russa dal momento che Putin sta…

Quando la Dabke sovrasta il fucile

Roberto Roggero Si chiamano 47Soul, vengono dalla Giordania e dalla Palestina, e si possono considerare la “bandiera elettronica” di un intero popolo. La band è stata formata nel 2013, e due anni dopo è uscito il loro primo lavoro, “Shamstep”. Nel 2017 il secondo, “Balfron Promise”, con chiari riferimenti alla Dichiarazione Balfour del 1917, che…

La “Sindrome da sconvolgimento”

Roberto Roggero Da un recente articolo del “Washington Post”, nasce oggi un neologismo, la cosiddetta TDS, “Trump Derangement Syndrome” o “Sindrome da sconvolgimento Trump”. Consisterebbe in una strana forma di squilibrio cerebrale che causa la polarizzazione dell’ostilità internazionale e che degenera in una forma di radicalizzazione delle opinioni internazionali. Un esempio sarebbe l’atteggiamento di apparente…

Bombe chimiche a Idlib?

Roberto Roggero Non deve stupire che, con la battaglia in preparazione a Idlib da parte delle forze siriane, e i bombardamenti in atto da parte dell’aviazione russa, giungano notizie su ordigni a carica chimica. Idlib oggi è la zona dove sono concentrate tutte le formazioni terroriste presenti in Siria, mischiate ai reparti ribelli dell’opposizione. Vi…

Teheran: “L’ONU ha fallito ancora una volta”

Roberto Roggero Alaeddin Boroujerdi, alto funzionario del Parlamento iraniano e responsabile della Commissione per la Sicurezza Nazionale, non risparmia le critiche nei confronti delle Nazioni Unite, in risposta all’invito che l’inviato speciale Staffan De Mistura ha rivolto a Iran, Russia, Siria e Turchia per un incontro a Ginevra con o scopo di formare una Commissione…

Navi da guerra russe per Idlib. Nasrallah ritira Hezbollah?

Roberto Roggero Tre unità da guerra della marina russa stanno arrivando di fronte alle coste siriane, a quanto sembra per sostenere le forze governative nella imminente battaglia di Idlib, ultima roccaforte ancora controllata da ribelli e opposizione. Hezbollah, che sostiene il governo di Damasco con Iran e Russia, manifesta comunque la propria contrarietà. Le navi…

Ahed e Nariman, speranza vivente per i palestinesi

Roberto Roggero La conferma è arrivata sabato 28 luglio, poi la liberazione nei pressi del posto di confine di Rantis, non lontano da Nabi Saleh, il giorno seguente. Nariman Tamimi e la figlia Ahed sono state rilasciate dalla polizia israeliana, dopo circa otto mesi di prigionia, con l’accusa di avere manifestato contro le autorità di…