Preghiera per Aleppo a Roma

La Basilica di S. Maria in Cosmedin affollatissima

Talal Khrais e Paola Angelini, Roma

Davanti alla crescente violenza in Siria, il mondo rimane impotente. La durezza per quello che sta succedendo in quella terra maltrattata tocca le coscienze di tutti.

Nella Basilica di Santa Maria in Cosmedin è stata celebrata una messa dedicata alla sofferenza del popolo di Aleppo, a tutto il popolo siriano e iracheno, senza dimenticare il lungo strazio del popolo palestinese. Presenti alla messa: Monsignor Hilarium Capucci, S.E.l’Ambasciatore della Palestina dott. Issa Kassissieh, il Dott. Jamal Abou Abou Abbas, Presidente della Comunità siriana in Italia, la dott.ssa Linda Abou Khalil, Presidente del Centro Italo Arabo Assadakah, e una autorevole delegazione di SOLID guidata da Giovanni Feola, e altre personalità.

Padre Mtanios Haddad è impegnato senza pause e da sempre nel tentativo di riportare la pace in Siria, ha invocato lo Spirito di Dio, solo lui capace di indicare propositi di una pace vera nei cuori dei responsabili delle sorti di quel martoriato Paese.

Gli esiti dei bombardamenti nei quartieri di Aleppo, nei sobborghi della città e nei villaggi limitrofi sono visibili e dalla città giungono nel frattempo voci sempre più preoccupate, la situazione è da troppo tempo critica e lo era anche prima di questo attacco. Aleppo da tempo è sulla linea del fronte del brutale conflitto siriano. Domenica 8 maggio verrà celebrata con Padre Mtanios una preghiera per la Siria, parteciperà la Comunità Siriana a Roma.

Queste le parole di Padre Mtanios Haddad: “Oggi la Basilica oltre alle normali litanie della liturgia accoglie le litanie per la pace in Siria, per l’Iraq e per tutto il Medio Oriente. Un accorato invito a pregare in particolar modo per Aleppo, dove la devastazione e la drammaticità della situazione si intensifica sempre più. Preghiamo con fede affinché al più presto anche questa città veda un po’ di luce, senza dimenticare tutti i Cristiani del Medio Oriente in comunione con questa disperata sorte”.

Padre Mtanios Haddad

padre

Presidente di Assadakah -Linda Abou Khalillinda

 

Rispondi