Festa di Indipendenza della Repubblica d’Armenia

Talal Khrais, Paola Angelini – Roma

Il 7 ottobre, in occasione del 25° anniversario dell’Indipendenza della Repubblica d’Armenia, l’Ambasciata della Repubblica d’Armenia in Italia ha organizzato un ricevimento a Palazzo Ferrajoli.

dscf1358

Nel suo indirizzo di saluto l’Ambasciatrice, S.E. Avv. Victoria Bagdassarian, ha espresso gratitudine a tutti i partecipanti per aver aderito alla manifestazione, sottolineando che l’idea di celebrare questo anniversario è importante per tutti gli Armeni in Italia, e si è detta molto soddisfatta per le relazioni di cooperazione tra l’Italia e l’Armenia.

dscf1375_pL’Ambasciatrice ha espresso la propria fiducia a riguardo del popolo armeno che, dopo aver superato molte difficoltà nel passato, supererà con il suo grande potenziale anche le sfide attuali, creando un futuro sicuro: “Il popolo armeno è riuscito a conservare la sua anima e la sua identità. Un milione e mezzo di armeni sono stati uccisi ma il popolo Armeno ha superato anche questa prova”. Ha ricordato come la ricorrenza rappresenti una festa preziosa per ogni Armeno, dando rilievo ai risultati che la Repubblica di Armenia ha raggiunto durante gli ultimi 25 anni, nonché all’importanza dello sviluppo delle relazioni amichevoli bilaterali e del confronto dell’Armenia con la questione della diaspora.

dscf1371_pdscf1377_pAll’evento erano presenti molti ospiti: membri del Governo e del Parlamento Italiano, Rappresentanti delle Amministrazioni, Ambasciatori, Diplomatici, Rappresentanti della comunità armena d’Italia, Professori di Università personaggi pubblici e giornalisti, il Centro Italo-Arabo e del Mediterraneo Assadakah.

dscf1366_p dscf1363_p

Ricordiamo, in particolare: l’On. Pier Ferdinando Casini, l’On. Emanuele Fiano, il Dr. Giacomo Muscati della Comunità Ebraica, l’Ambascatore Russo in Italia Sergey Razov, l’Ambasciatore Straordinario e plenipotenziario della Repubblica di Bielorussia in Italia Aleksandr Evgenievich Guryanov, l’Ambasciatore Palestinese Mai Alkaila.dscf1362_p

dscf1365_p

dscf1368_p

dscf1378_pA concludere l’incontro, nella Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola alle 19, il concerto per Coro Misto di Alfred Schnittke, eseguito dal Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretto dal M.o Ciro Visco . Un concerto per tutti.

L’Armenia è il primo Paese al mondo che ha riconosciuto il Cristianesimo come religione di Stato; ebbe un ruolo notevole nella diffusione del Cristianesimo, non solo in Europa, ma anche in Italia, e ne sono testimoni le diverse città italiane che onorano santi protettori armeni, e in aggiunta le quaranta chiese armene presenti in Italia.

Rispondi