L’Armenia

Talal Khrais

È come se nelle mie vene scorra sangue armeno, lo sento fin dalla mia infanzia.

Sono fortemente legato al popolo armeno che ha sofferto moltissimo, alla sua storia, alla sua cultura millenaria. Insieme ai miei concittadini libanesi sosteniamo la loro causa, li rispettiamo per come sono riusciti a lottare contro le ingiustizie dell’oscurantismo, li rispettiamo perché non dimenticano le loro radici.

Quando gli armeni sono arrivati in Libano non avevano nulla, erano malati e affamati ma hanno avuto una volontà molto più forte del dolore. Per questa straordinaria capacità sono riusciti e risollevarsi. Il popolo libanese ha condiviso con gli armeni lo stesso sentimento patriottico. Tenaci come sempre, gli armeni hanno lottato per la giustizia affinché la loro Patria, non fosse dimenticata.

Gli armeni in Libano hanno dato anche un insolito contributo al paese dei Cedri partecipando al suo progresso economico, culturale e al consolidamento della convivenza tra le molte comunità. Proprio per questo, tutto il Libano rispetta la comunità armena e il Governo include Ministri armeni.

Il mio legame con l’Armenia è molto antico, la mia famiglia era umile e numerosa, da ragazzo non potevo andare a scuola, e per fortuna trovai un lavoro nel giornale Zartoun. Il mio Direttore Nazaret Topakian, (riposi in pace), con l’associazione Vahan Tekeyan, contribuirono a far si che io potessi coltivare la mia passione per il giornalismo, e il mio amore per la tipografia permettendomi di continuare a lavorare presso il quotidiano e convincendo mio padre ad iscrivermi alla scuola serale.

Nazaret Topakian, disse a mio padre: “ tuo figlio sarà un bravo giornalista” . Successivamente ho studiato medicina, ma dopo la laurea ho cambiato idea perché il mio destino era già disegnato dal legame con il passato, mi sono laureato in scienze politiche ed eccomi qui al lavoro come Reporter militare di prima linea, e corrispondente volontario da Roma per Armenpress.

Finché il mio cuore batterà amerò l’Armenia come il mio paese. Finché il mio cuore batterà lotterò perché il mondo riconosca il Genocidio degli innocenti Armeni.

Rispondi