Berlino – Milano

on

Dichiarazione di TALAL Khrais Responsabile della politica estera del Centro Italo Arabo – Assadakah

Il terrorista Anis Amri, killer di Berlino, è stato ucciso a Milano nella zona di Sesto San Giovanni, dopo un conflitto a fuoco con la polizia. La diffusione delle foto e dell’identità degli agenti, considerati eroi, li ha esposti inutilmente a enormi rischi. Un ringraziamento speciale va alle Forze di Sicurezza che in un normale e importante controllo di pattugliamento si sono imbattute nel terrorista.

In passato le confessioni dei terroristi hanno permesso di smantellare intere organizzazioni, e in questo caso si parla di una dimensione che non è quella della criminalità ma di terrorismo internazionale, probabilmente c’è stato un sostegno logistico per il terrorista.

Sembra un azzardo diffondere le identità degli agenti che hanno compiuto il fermo. Ora sono state vietate interviste e riprese

Un questo momento, urge una vera cooperazione nel campo di sicurezza e degli scambi di informazioni con i Paesi ricchi di informazioni: la Federazione Russa, la Repubblica Islamica dell’Iran, la Siria e l’Iraq.

Rispondi