Cambiano le regole dopo l’esplosione della super fregata saudita

Link-Video: Cambiano le regole dopo l’espolsione della super fregata saudita

Talal Khrais – Paola Angelini, Roma

Nuove armi nelle mani della resistenza yemenita

L’esplosione della fregata saudita, vicino le coste yemenite, ha causato la morte di due marinai. La nave militare è stata attaccata dai ribelli houthi, un assalto a sorpresa che probabilmente causerà una inversione di rotta da parte delle due coalizioni di Arabia Saudita e Stati Uniti. La fregata della Marina saudita, costruita in Francia, è stata colpita da un missile teleguidato partito dalle postazioni della resistenza yemenita. I sauditi sostengono che l’attacco è stato causato da una barca suicida. Il combattente che ha lanciato il missile ha gridato “abbiamo bruciato gli invasori”.

L’episodio è avvenuto nelle acque del Mar Rosso, in pieno giorno. Gli stessi sauditi hanno riconosciuto la gravità dell’incidente che non può passare certamente per un banale avvenimento.

La fregata possedeva dei sensori che ordinavano l’apertura del fuoco contro obbiettivi nemici senza preavviso, solo un missile a lungo raggio teleguidato era in grado di colpire la nave militare, l’incidente indica il possesso di armi avanzate da parte della resistenza yemenita.

L’incidente cambierà il percorso degli avvenimenti?

Il quotidiano Yadaot Ahranot espone le preoccupazioni delle autorità israeliane che temono missili di questo genere dalle loro parti. Possibili minacce da parte di Hezbollah.

Abdul Rahman Shriti, ex generale esperto di strategie militare ha dichiarato durante una intervista: “quello che è successo non è un fatto normale”, la fregata è una delle sette che costituiscono l’unita marittima Militare saudita. Il danno è enorme, irrecuperabile materialmente, ci vorranno sei o sette anni di studi per poter prevenire colpi di quel genere. I costruttori francesi saranno i più preoccupati perché una fregata così sofisticata avrebbe dovuto proteggere l’unità di Marina saudita.

I sauditi limiteranno l’uso di mezzi così sofisticati nelle operazioni  verso lo Yemen?

Rispondi