Sua Maestà Qaboos Bin Sa’id al-Sa’id, saggio mediatore di conciliazione

on

Paola Angelini, Talal Khrais – Roma

Il Presidente della Repubblica Islamica dell’Iran, Hassan Rohani è stato ricevuto da Sua Maestà il Sultano Qaboos Bin Sa’id al-Sa’id, uomo saggio e grande mediatore di conciliazione capace di estrema naturalezza e apertura mentale.

La visita ufficiale nel Sultanato dell’Oman giunge per dare un nuovo impulso alla cooperazione tra i due Stati da sempre amici. Pochi giorni fa, i Ministri del petrolio dei rispettivi Paesi si sono incontrati a Teheran per discutere un piano operativo (possibile) per un gasdotto.

L’Oman non ha mai aderito alle campagne di ostilità contro la Repubblica Islamica dell’Iran, è un Paese stabile che offre crescenti opportunità d’investimento in tanti settori: le infrastrutture e lo sviluppo dell’energia da fonti rinnovabili, la logistica, il turismo, e senza alcun dubbio può rappresentare un prezioso ponte per gli interscambi sia con l’Asia che con l’Africa.

Sua Maestà il Sultano Qaboos Bin Sa’id al-Sa’id è il quattordicesimo discendente della dinastia Al Bu Said Di, guida l’Oman da più di 45 anni, in un contesto socio-politico ben equilibrato e ben avviato, ma la storia sembra averlo dimenticato. È stato membro del Consiglio di Cooperazione del Golfo (CCG) e mantiene con le maggiori potenze occidentali ottimi rapporti, pur conservando un atteggiamento misurato. Anche l’Italia, a giudicare dagli ultimi incontri, mostra crescente interesse per l’Oman, un Paese che si prospetta come fattore di stabilità nell’area della Penisola Arabica.

Sua Maestà Qaboos Bin Sa’id al-Sa’id è stato capace di dialogare con tutti gli attori regionali che faticano a parlarsi pur essendo circondato da paesi in guerra e in guerra tra loro. Mantiene una posizione neutrale in politica estera, e confida che le proprie scelte vengano rispettate.

Il Presidente Hassan Rohani viene ricevuto da Sua Maestà il Sultano Qaboos Bin Sa’id al-Sa’id
(Foto di un nostro inviato, esclusiva Assadakah.com)

Rispondi