Poesia di Sanaa Chami

on
Sanaa Chami: Momenti d’autunno
Ignoro l’ignoranza
ignoro la violenza
affronto la vita con
determinatezza
ma la violenza fuori, non si ferma
Violenza quotidiana
violenza mondiale
violenza morale,
mentale e sentimentale
Prima di andare a letto
sgrido mi stessa…
ehi, smettila, la vita è piena di bellezza
sì, la vita è bella, però so che domani
mi sveglierò con un po’ di tristezza
Disegno colombe e rami d’ulive
rubo i raggi del sole per  colorare
sogno campi di grano
e volti felici, sanno solo cantare…
mi sveglia il telegiornale
per annunciarmi che
dopo il crollo dei due torri di new york
è proibito sognare
Mi alzo spaventata senza capire
il confine tra il sogno e la realtà
santo cielo, questa non è la mia volontà
credo nella forza dell’amore e del perdono
però non è così per l’ONU
nel mondo tanti umiliati che nascondono il viso
oh Dio…
chi ha gl’interessi a tenere il mondo diviso?!
Mi dicono che, non devo essere più nazionalista
altrimenti, sarò indagata come una presunta terrorista
non devo salire l’aereo con il rosario in mano
non devo leggere, con voce alta, il Corano
dicono che, pregare solo il dio denaro
politicamente, è un  passo sano
Sono un extracomunitario ruffiano
nego la mia dignità per sopravvivere
per non essere, democraticamente…
esportato, consegnato al loro alleato: il mio sultano.

Rispondi