Un nuovo cavallo di Troia si chiama democrazia

on
Di Sana Ciani
Il nuovo cavallo di Troia si chiama democrazia
Chiunque avesse il controllo dell’Eurasia, avrebbe controllato il resto del mondo, a causa della concentrazione di popolazione, risorse e potenza industriale. La politica mondiale é essenzialmente una lotta per il controllo di questa area. Quindi l’è mergere di una potenza continentale che avrebbe dominato l’Eurasia e sarebbe diventata padron del mondo, é un incubo per il governo americano che ha sempre avuto grande paura di un’Europa e di una Russia, controllate della Germani, e di una Cina e sud-Asiatico, controllate dal Giappone, che avrebbero dato vita ad un vasto potere continentale e dominato l’Eurasia, riducendo così a potenza marginale l’America. Tale paura coinvolgeva gli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale. Il controllo delle terre di confine dell’Eurasia – vale a dire l’Europa Occidentale, la costa del Pacifico e il Vicino Oriente – in modo da contenere l’emergere di potenza nel cuore dell’Eurasia. Dopo la seconda guerra mondiale, gli Stati Uniti decisero di mantenere una presenza militare permanente lungo tutti i confini dell’Eurasia. E fu questa prospettiva che portò alla creazione della NATO, del piano Marshall e alla alleanza militari tra l’America, Giappone e Taiwan. Nel novembre 2004 in un workshop presso la NATO, avevo domandato a un parlamentare inglese perché l’America sta spostando piano Marshall verso l’Europa dell’est… ma lui ha girato la frittata e ha continuato parlare del ruolo della NATO. Quindi sotto la luce di ciò era chiaro che l’Iraq non é che l’inizio della penetrazione dell’America in questa area: la guerra contro l’Iraq dovrebbe fornire agli Stati Uniti una posizione dominante nella ragione del golfo persico e ha servito da molla per ulteriore conquiste e l’affermazione del potere nella regione. Tale guerra era finalizzata alla Cina, alla Russia, e all’Europa quanto alla Siria o all Iran. L’intento della guerra in Iraq era proprio quello di ridisegnare la mappa geopolitica dell’Eurasia per assicurare il dominio americano in questa regione. L’ideologia comunissimo – capitalismo sparí dopo la seconda guerra fredda, in favore di una nuova ideologia più competitiva: “libertà e democrazia” figurano negli occhi dell’opinione pubblica occidentale più adatti per intervenire nel “terzo mondo” e per esportare democrazia. I popoli occidentali sono ingannati dei loro governi e dei mezzi di informazione, pochi sanno che nel nome della libertà e della democrazia hanno costruito il nuovo cavallo di Troia.

Rispondi