Bambina cecena estratta viva dalle macerie nel Mosul

Nella zona del Chahwanieh, nel Mosul, la divisione XVI dell’Esercito Iracheno è riuscito a liberare da sotto le macerie una bambina con molte ustioni sul corpo. Ora sta bene, riceve le cure mediche, l’affetto dei militari iracheni e degli infermieri di Baghdad.

Foto scattata dal collega Abdallah Bedran – Assadakah

Di nazionalità cecena, parla solo qualche parola di arabo. È orfana perché figlia di un uomo affiliato, insieme alla madre, allo Stato Islamico. Il padre è stato ucciso durante un combattimento, la madre si è fatta esplodere durante un attentato contro l’Esercito Iracheno.

Rispondi