Anniversario del bombardamento della TV al Manar

Link: Anniversario del bombardamento della TV al Manar Il 17 luglio 2006, durante la guerra condotta contro il Libano, Israele ha usato bombe contro la sede di Al Manar, a Herat Hreik, nella periferia Sud di Beirut. Israele temeva la Tv della resistenza seguita da milioni di spettatori. Per fortuna la sede venne evacuata da…

صلاة العشاء بباب الاسباط احتجاجا على منع المصلين الصلاة في المسجد الاقصى Video esclusivo, non potendo entrare nella Moschea di Gerusalemme, i fedeli  hanno deciso di pregare  alla porta Asbat, a ridosso della Moschea.

Pace lontana in Terra Santa

Redazione Assadakah Immagini esclusive Questa mattina gli Arabi dei territori occupati nel 1948, precisamente quelli provenienti dal villaggio Um al Fahem hanno ucciso due poliziotti dello Stato ebraico, nella città vecchia di Gerusalemme a pochi passi dalla Spianata delle Moschee, rimanendo, a loro volta uccisi brutalmente dalle forze di sicurezza. Si tratta di un gravissimo…

Giovani palestinesi tentano di entrare di entrare nella Grande Moschea ma sono attaccati dalla polizia. Immagini esclusive

I Palestinesi non possono pregare nella vecchia Gerusalemme est

Dimostranti palestinesi manifestano a Gerusalemme per chiedere al mondo la libertà di culto Video esclusivo Assadakah. Dopo la chiusura della Grande Moschea i palestinesi pregano fuori e sono caricati dalla polizia israeliana, vengono respinti con la forza e viene imposto il divieto di andare nei loro luoghi di fede.  

Il parlamento europeo adotta una risoluzione: riconoscere il Nagorno Karabakh

UNION EUROPEENNE-ARTSAKH Le Parlement europeen adopte à une large majorité une résolution reconnaissant à la « région du Haut-Karabakh » le droit à l’autodétermination Le Parlement européen a adopté, le mercredi 5 juillet (457 voix pour, 124 contre et 66 abstentions) une résolution intitulée “Recommandation du Parlement européen du 5 juillet 2017 à l’intention du…

Israele vieta ai custodi della Grande Moschea di entrare

Le Autorità israeliane vietano ai custodi di entrare e svolgere il loro lavoro nelle Moschee Mohamad al Zaal, Lo’ai Abou al Saad e Amer al Salafiti. Sono stati respinti dai poliziotti israeliani, questa mattina, mentre cercavano di entrare.