Commento di Davide Rossi sulle dimissioni di Hariri

on

Libano: venti di guerra?

Abbastanza incredibile e molto pericoloso che un primo ministro libanese come Saad Hariri decida di dimettersi non a Beirut o in parlamento, ma in Arabia Saudita nel corso di un incontro con il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman. Motivo delle dimissioni? Il primo partito del paese Hezbollah, forza sciita che ha dato uno straordinario contributo nella lotta contro i terroristi dell’ISIS e di Al Qaida in Siria è un partito politico amico dell’Iran. Che è come scoprire l’acqua calda. È evidente che si stia cercando di destabilizzare il libano per scatenare una nuova guerra nel paese. È una scelta pericolosa e irresponsabile, che porta venti di guerra e di morte.

Rispondi