80° anniversario della fondazione del quotidiano armeno Zartounk

on

Talal KhraisAnni di lotta, di impegno politico e culturale a fianco del popolo Armeno e della sua causa. Dal 1968 fino ad oggi quando sento la parola Zartounk, avverto l’odore dell’inchiostro, della carta, l’aroma della Pipa che fumava il mio direttore Nazaret Tobakian. Il ricordo di quell’uomo è sempre vivo dentro di me. Ero molto giovane, avevo lasciato la scuola per trovare un lavoro, per mia fortuna trovai uno spazio nel quotidiano Zartounk, all’inizio trasportavo gli articoli dei giornalisti nella tipografia. L’ambiente era familiare e la mia vita é cambiata proprio in quella condizione e grazie a quel direttore che un giorno chiese a mio padre di iscrivermi nuovamente a scuola per finire ciò che era rimasto incompiuto, iniziai così i corsi serali. Grazie a quell’aiuto morale e finanziario ho potuto studiare senza abbandonare la passione e il mio amore per il quotidiano.

Negli anni 70 ho iniziato a seguire il corso di medicina in Bulgaria, dopo qualche mese e con immenso piacere mi venne recapitata una copia del quotidiano Zartounk. La prima pagina dell’editoriale del direttore era stata riservata a me, alla mia presenza nel quotidiano e nell’associazione. Non dimenticherò mai che piacevole improvvisata fu l’arrivo di quella copia, mai potrò scordare i momenti e le parole di Nazareth Tobakian.

Mi accorsi che la medicina non era la giusta materia per me e dopo qualche anno tornai alla mia vera passione: il giornalismo. A Roma frequentai la facoltà di scienze politiche per diventare poi reporter, giornalista, scrittore. Sono fiero di essere a titolo volontario il corrispondente di Armenpress a Roma, e altrettanto di avere come direttore Aram Ananyan, orgoglioso di essere in rapporto continuo con il mio quotidiano Zartounk, e con il mio nuovo direttore Sevak Hagobian, amo la continuità di questa storia infinita e della lotta per la causa Armena. Spero che Dio Misericordioso mi lasci vivere più anni per continuare e dare al meglio il mo contributo.

Zartounk: la mia storia, la mia passione e la mia continuità.

Rispondi