Abdel Fattah al Sisi eletto per la seconda volta Presidente dell’Egitto

​Paola Angelini – Talal Khrais

Abdel Fattah al Sisi

Abdel Fattah al Sisi ha battuto il suo unico avversario, Moussa Mustafa Moussa, politico semi-sconosciuto che aveva detto di essere (lui stesso) un sostenitore di al Sisi.

Quasi 22 milioni di egiziani ha votato per Abdel Fattah al Sisi che ha ottenuto il 97% dei voti. Nessuno in realtà, si aspettava un risultato diverso per il Presidente che governa l’Egitto dal 2014. Durante la celebrazione di giuramento ha sostenuto di voler creare uno “spazio comune per gli egiziani dal quale saranno esclusi solo coloro che hanno scelto la violenza, il terrorismo, e il pensiero estremista come modo per imporre la loro volontà”.

S.E. Hisham Badr, Ambasciatore a Roma e il Presidente Mattarella

Il Segretario dell’Associazione Italo Araba Assadakah, Roberto Tassinari a nome di tutta l’Associazione ha presentato a S.E. Hisham Badr, Ambasciatore a Roma, gli auguri al Presidente Abdel Fattah al Sisi, e a tutto il popolo egiziano. L’Associazione Assadakah online nata nel 1994, ha avuto eccellenti relazioni con l’Egitto, Paese amico. Assadakah dedica  spazio alle informazioni, alle relazioni esistenti tra Egitto e Italia, e ai Paesi del  Medio Oriente, auspica una Pace duratura nel Mediterraneo.

In Egitto c’è una richiesta diffusa di sostegno economico e culturale: esiste un accordo tra l’Università di Salerno e l’Università di Hurghada e Cino-Egiziana, una cooperazione che interesserà corsi di laurea a doppio titolo, scambi di docenti e studenti per una integrazione tra i giovani dei due Paesi.

Il rilancio della crescita e dell’occupazione sono presupposti essenziali per il consolidamento dell’Egitto. Imprese italiane operano in Egitto e, in questo momento cruciale, il rapporto economico diventa ancora più importante tanto quanto gli investimenti nel settore turistico. Per questi Paesi ricchissimi di storia è necessario promuovere iniziative fondate sullo sviluppo delle potenzialità, nelle relazioni e nello scambio di esperienze culturali, artistiche, nelle forme di vita sociale, nel lavoro, nella religione, nella famiglia, nell’infanzia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *