Caserta – Concerto dei Figli dei Martiri dell’Esercito e delle Forze di Sicurezza del Libano

Yala Khrais – I Figli dei Martiri dell’Esercito e delle Forze di Sicurezza Interna del Libano hanno offerto un importante messaggio musicale con una esibizione, organizzata dall’esercito italiano, dalla brigata Garibaldi e dal commando martire Sobhi Al-Aqouri presso la cattedrale della Reggia di Caserta, nel sud Italia.

Il sito di Assadakah  ha elogiato questa presenza italiana e straniera, come anche l’ambasciatrice libanese in Italia Mira Daher, il console italiano in Libano Ahmed Saqlawi, l’addetto militare libanese in Italia Brigadiere generale Ghassan Fadel e consorte, l’ex comandante generale del settore occidentale UNIFIL Diodato Abagnara, e il presidente dell’Unione dei Comuni. Nelle immagini, realizzate dall’ingegnere Hassan Dabouq, il presidente della Fondazione Lea Al-Akouri, moglie del colonnello caduto nella lotta contro il terrorismo  in Libano, il colonnello Massimiliano Sferrazza, l’ingegnere Hassan Abu Khalil, il dottor Youssef Zaher e sua moglie, ufficiali e soldati italiani che hanno già partecipato alla missione UNIFI nel sud del Libano. Numerosi anche i presidenti di diverse organizzazioni umanitarie, e della società civile.

Dopo gli inni nazionali libanese e italiano, l’ambasciatrice Mira Daher ha espresso la sua soddisfazione  per la partecipazione alla cerimonia e ha affermato: “E’ stata una meravigliosa esibizione. La cultura è la lingua della pace internazionale è l’obiettivo che si desidera raggiungere per l’Italia e il Libano. Ringrazio il contingente italiano UNIFIL per il sostegno alla comunità locale in tutte le sue istituzioni”.

E’ stata illustrata la “preparazione tecnica di un film documentario preparato in Libano sul martirio del tenente colonnello Subhi Al-Aqouri nelle eroiche battaglie dell’esercito libanese a Nahr al-Bared nel 2007 e poi l’istituzione dell’Associazione che porta il suo nome e che sponsorizza Figli dei Martiri dell’Esercito Libanese e delle Forze di Sicurezza Interne, che hanno portato in tour numerosi successi.

L’ambasciatrice Mira Daher ha poi ringraziato il terzo canale nella televisione di Stato, la presidente della Fondazione Lea Akouri e ha sottolineato la collaborazione con l’esercito italiano per raggiungere questo risultato. Ringraziamenti anche al comandante uscente del contingente UNIFIL, generale Diodato Abagnara, con tutti i suoi collaboratori, per la realizzazione del sogno di tutti questi ragazzi che hanno cantato in lingua italiana. Ha sottolineato il grande impegno che forze di pace italiane hanno profuso per insegnare ai ragazzi  anche la lingua italiana e i sacrifici fatti dai genitori dei ragazzi per la patria onorando la propria terra attraverso il sangue dei martiri. Ha infine ringraziato la guida dell’esercito libanese e delle forze di sicurezza interne presenza costante e importante per la Fondazione e i ragazzi.

Il generale Diodato Abagnara  ha pronunciato un discorso nel quale ha espresso la sua felicità per la realizzazione di questo progetto che ha concretizzato un sogno e ha ribadito la sua grande ammirazione per i Figli dei Martiri per la bravura nell’esibirsi in lingua italiana eseguendo le canzoni più difficili conosciute a livello internazionale.

Leave A Reply