Coronavirus – UE divisa su aiuti finanziari

Letizia Leonardi – Scontro tra i Paesi dell’Unione Europea sulle decisioni da prendere per dare liquidità agli Stati per affrontare questa fase delicata di emergenza economica a causa Coronavirus.

Si tratta infatti di raggiungere un accordo su come e con quali strumenti si possono trovare i fondi necessari per sostenere le economie degli Stati colpiti dalla pandemia. Dopo la riunione dell’Eurogruppo dei giorni scorsi, durante la quale non si è arrivati a nessuna decisione, si è riunito il Consiglio europeo con i leader dei vari Stati dell’Unione che ha di fatto rimandato la questione di due settimane.

L’Italia e gli Stati dell’Europa del sud (Francia, Spagna, Irlanda, Grecia, Portogallo, Lussemburgo e Slovenia) propongono finanziamenti con l’emissione di “Coronabond” o il ricorso al Fondo Salva Stati (Mes) senza condizioni. La Germania e i Paesi dell’Europa del nord non sono d’accordo e propongono esclusivamente il ricorso al Mes ma con le condizioni attuali che danneggerebbero gli Stati, come l’Italia, che hanno un elevato debito pubblico. L’unica intesa è sul mantenere aperti i confini interni all’Unione per far transitare le merci e cooperare sul fronte sanitario.

Leave A Reply