EREVAN, XVII° VERTICE IOF IN ARMENIA

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Roberto Roggero

Si è aperta ieri, 11 ottobre, l’edizione 2018 del Meeting IOF, Organizzazione Internazionale della Francofonia, che si celebra a Erevan, capitale dell’Armenia, Paese che ha forti legami con la cultura e le tradizioni di lingua francofona.

Nell’ambito dei lavori, il primo ministro armeno Nikol Pashinyan ha già presieduto una serie di incontri con il presidente svizzero Alain Berset, il presidente estone Kersti Kaljulaid, il premier designato del Quebec Francois Legault e il viceministro del Vietnam, ministro degli Affari esteri Phạm Bình Minh.

I leader stranieri si sono congratulati con il primo ministro dell’Armenia per aver organizzato il Vertice al più alto livello, e hanno sottolineato di essere rimasti colpiti dagli eventi e dal programma delle conferenze. Pashinyan ha discusso dell’accrescimento del partenariato e della cooperazione e il primo ministro canadese Justin Trudeau ha ricapitolato il primo giorno di lavoro: “Il Vertice della Francofonia è un’opportunità per mettere a punto ciò che conta per i francofoni di tutto il mondo, e naturalmente le priorità su cui stiamo lavorando qui a Yerevan“.

A Yerevan sono presenti le delegazioni ufficiali di 84 Paesi e leader di 38 Paesi, con l’Armenia (membro IOF dal 2008) che ha assunto la presidenza del Vertice che, lo scorso hanno, ha avuto luogo in Madagascar.

L’Organizzazione Internazionale della Francofonia rappresenta una delle più grandi zone linguistiche del mondo. I suoi membri condividono più di un semplice linguaggio, e soprattutto i valori umanisti promossi dalla lingua francese.

La IOF è stata creata nel 1970. La sua missione è quella di incarnare la solidarietà attiva tra i suoi 84 stati membri e governi (58 membri e 26 osservatori), che insieme rappresentano oltre un terzo degli Stati membri e delle Nazioni Unite, per una popolazione di oltre 900 milioni di persone, fra cui 274 milioni di francofoni.

La IOF organizza attività politiche e azioni di cooperazione multilaterale a beneficio delle popolazioni francofone. Le sue azioni rispettano la diversità culturale e linguistica, e servono a promuovere la lingua francese, la pace e lo sviluppo sostenibile.

Nel corso degli anni di attività, la IOF ha concluso 33 accordi di cooperazione con organizzazioni internazionali e regionali e ha stabilito un dialogo permanente fra le principali zone linguistiche internazionali inglese, portoghese, spagnola e araba.

La IOF ha la sede principale a Parigi e quattro rappresentanze permanenti ad Addis Abeba (presso l’Unione Africana e la Commissione Economica ONU per l’Africa), a Bruxelles (Unione Europea), New York e a Ginevra (ONU). Ha tre uffici regionali (Africa occidentale, Africa centrale-Oceano Indiano, Asia-Pacifico) situati rispettivamente a Lomé (Togo), Libreville (Gabon) e Hanoi (Vietnam) e due sedi regionali a Bucarest (Romania) e Port-au -Prince (Haiti).

A Seguito degli incontri ufficiali, si è poi tenuta una cena ufficiale, a nome del primo ministro armeno Nikol Pashinyan in onore dei delegati del Vertice, a Yerevan.

Ospiti d’onore della cerimonia di inaugurazione, il presidente armeno, Armen , e la consorte Nune Sarkissian. Il presidente ha incontrato e ha parlato con i leader presenti, fra cui il presidente francese Emmanuel Macron, il primo ministro canadese Justin Trudeau, il presidente libanese Michael Aoun, il principe Alberto II di Monaco e altri fra gli 84 rappresentanti convenuti e leader di 38 Paesi.

Il Vertice internazionale è seguito da ARMENPRESS News Agency, che per l’occasione ha presentato l’edizione in lingua francese, oltre alle già disponibili edizioni in armeno, inglese russo e arabo.

Il direttore dell’agenzia di stato armena, Aram Ananyan, ha presentato il nuovo dipartimento di lingua francese dell’agenzia in una conferenza stampa nel Centro Media del XVII° Vertice della Francofonia. “Abbiamo lanciato la pagina in lingua francese dell’agenzia di stampa ARMENPRESS dal 1 ° ottobre. E’ la quinta versione di ARMENPRESS, oltre a quella armena, russa, inglese e araba. Nonostante abbia meno presenza nei social media, la versione francese è in grado di mobilitare migliaia di lettori ogni giorno. Possiamo dire per che l’agenzia di stampa statale dell’Armenia parla già la sua quinta lingua. Siamo anche felici che i nostri partner stiano pubblicando materiale in lingua francese e siamo pronti a condividere il nostro prodotto con loro, fornendo buoni prodotti di notizie in lingua francese“.

In collaborazione con il ministero degli Esteri italiano, ARMENPRESS presenta anche l’intera copertura fotografica ufficiale del Vertice La Francophonie su Flickr, con oltre 1300 immagini già disponibili.

(Foto ARMENPRESS)

 

Share.

Leave A Reply