Governo Conte – Incassata fiducia, annunciate rigide regole finanziarie

Stampa Araba

Talal Khrais – Il governo italiano, guidato da Giuseppe Conte, dopo un acceso dibattito tra i partiti di opposizione di destra e centro-destra, è riuscito a ottenere la maggioranza relativa in Senato con 169 voti a favore, 133 contrari e 5 astenuti.

Il centro-destra, all’opposizione ha promesso una battaglia senza esclusioni di colpi contro quello che ha definito “un colpo di Stato contro la volontà del popolo italiano”. Il leader della Lega, Matteo Salvini, prima di entrare a Palazzo Madama, in un breve incontro con i giornalisti ha considerato ciò che è accaduto in Italia qualcosa di corretto dal punto di vista istituzionale ma non dal punto di vista etico. “Questo governo – ha spiegato Salvini –  avrà pure la maggioranza in Parlamento ma non ha la fiducia della maggioranza degli italiani. Si tratta di un’alleanza tra due partiti di centro sinistra (Partito Democratico e Movimento 5 Stelle) che hanno perso tutte le ultime elezioni amministrative ed Europee”. Salvini ha continuando dicendo che questi due partiti si sono alleati solo per non andare a nuove elezioni e conservare così il loro posto in Parlamento. Ha assicurato che farà di tutto per non consentire la riapertura dei porti per gli immigrati irregolari.

Lo scrittore e giornalista italiano, Emilio Cristiano, ha dichiarato in un’intervista alla National News Agency: “È difficile che questo governo duri a lungo perché è stato formato dal Movimento 5 Stelle, che ha raccolto consensi grazie alle sue politiche contro il Partito Democratico,  accusandolo di obbedire agli interessi delle banche europee contro gli Interessi italiani. Un governo fatto solo per impedire nuove elezioni che avrebbero visto sicuramente l’ulteriore avanzata della Lega di Matteo Salvini”.

Ieri il governo Conte, ha ottenuto la fiducia della Camera dei Deputati, dopo aspre discussioni tra i partiti del governo e dell’opposizione. Hanno votato a favore 343 deputati su 606 presenti, contro 263 e 3 astensioni.

“I cittadini  – ha dichiarato il premier Conte – si aspettano da noi la risoluzione dei problemi reali. Siamo determinati a far avanzare il Paese sotto lo slogan di sviluppo, innovazione e giustizia sociale”.

Uno dei primi compiti che attende il neo governo Conte sarà guidare la crescita attraverso l’adozione del Documento di programmazione economica finanziaria per il 2020, in grado di evitare un aumento automatico dell’IVA, nel rispetto delle regole economiche internazionali. Tutti i paesi dell’UE infatti sono tenuti a contenere il disavanzo di bilancio al di sotto della soglia del 3% del prodotto interno lordo (PIL).

STAMPA ARABA – TRADUZIONE LETIZIA LEONARDI

Leave A Reply