Ha ragione Leoluca Orlando…

Ha ragione Leoluca Orlando…

 

Il sindaco di Palermo  Leoluca Orlando, fedele alla sua lunga militanza politica e  alla sua storia personale, ha deciso di intitolare un tratto del lungomare palermitano, a nome del compianto ex presidente palestinese Yasser Arafat.

Ma ciò ha fatto storcere il naso a quanti si illudono di riscrivere la storia a proprio piacimento.

Il sindaco Orlando, che al contrario di qualche mistificatore che lo critica oggi, conosce la storia e si batte da più di mezzo secolo, per far prevalere principi di solidarietà e cooperazione inclusiva, in difesa dei più umili e a favore di una pace giusta.

Giova ricordare a costoro che l’ex deputato DC, rieletto a Palermo con una solidissima maggiornanza, ripete ad ogni occasione che l’amministrazione da lui guidata,  intende conquistare per la  città il ruolo di ”hub” nel Mediterraneo, per il dialogo e la cultura della coesistenza fra i popoli della regione.

Egli però sostiene da sempre un principio tanto chiaro quanto determinante, ossia che non vi potrà essere pace senza giustizia.  In Palestina ed altrove!

Appunto,  solo una pace giusta potrà ridare speranza al Medioriente e chiudere per sempre la stagione della predazione colonialista.

Quanto alle voci critiche che gridano allo scandalo per questa decisione del sindaco di Palermo, essi dovrebbero ricordare che la città ha già intitolato una via in memoria di Rabin, partner ad Oslo di Yasser Arafat ed ucciso nel 1995 da un terrorista israeliano e che la giunta attuale si muove secondo un’equidistanza costruttiva, a loro sconosciuta .

Infine, volendo entrare nel merito, non spetta di certo il compito di giudicare Yasser Arafat a chi obnubilato da tesi farlocche, si spinge oggi a negare addirittura la stessa esistenza del popolo palestinese.

Abu Ammar appartiene alla propria gente, appartiene alla diaspora che sogna e sognerà sempre un ritorno in patria, appartiene ai rifugiati parcheggiati nei campi, divenuti nei decenni, autentici carceri a cielo aperto.

Abu Ammar appartiene alla storia della propria gente e il suo ricordo è custodito nella memoria di un popolo che raccoglie ogni mano sincera tesa, specie se volta ad una pace con giustizia.

Come quella limpida e decisa di Leoluca Orlando…

Mourad Rouighi

2/11/2019

 

 

 

Leave A Reply