In Libano la visita della delegazione Unitelma dell’Università la Sapienza di Roma

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Paola Angelini

La rappresentanza Unitelma dell’Università la Sapienza di Roma, nel corso del viaggio in Libano, ha rafforzato i legami di cooperazione con le Università libanesi. I Professori Rosella Castellano, Azzurra Rinaldi, e Sara Sergio accompagnati da Talal Khrais, Responsabile di politica estera di Assadakah hanno visitato tre Università libanesi.

La prima visita all’Università Araba di Beirut (BAU) con la Dottoressa Safaa Baydoun, e con i rappresentati di tutte le facoltà, i Professori Soubhi Abou Chahin, Dean of Students, Hania Nakkash, Dean of Graduate Studies and Research At Debbieh Jamila Bourjak, Rami Ouwani, Faculty of Sciences Ibtihal Bastawisi, Dean of faculty of Architecture.

All’ Università Al Maaref (MU) istituzione privata, alla periferia sud di Beirut la delegazione italiana è stata accolta dal Prof Jalal Jomaa. In questa Università i titoli sono riconosciuti dal Ministero dell’Istruzione superiore libanese, gli standard accademici sono contemporanei, e i professori insegnano tecniche che permettono un buon apprendimento pedagogico e tecnologico, lo sforzo è quello di preparare gli studenti al mercato del lavoro, e un futuro direttivo.  I corsi di laurea sono tenuti in lingua araba, inglese, francese. Diverse le facoltà di insegnamento: lingue, business, amministrazione, comunicazione, religione, scienze umane, ingegneria.

Il Campus nella città di Tripoli, Basateen Al Meena vicino lo Stadio Olimpico. L’Università è frequentata da studenti di tutti i paesi Arabi.  Infine, a Debbieh in una zona panoramica a solo 25 Km da Beirut.

I docenti delle Università libanesi, incuriositi dalla metodologia italiana, intendono sviluppare attività congiunte di ricerca, e didattica, oltre a favorire lo scambio di docenti e studenti  con l’Università italiana.

Il prossimo anno accademico la delegazione Unitelma dell’Università la Sapienza di Roma organizzerà un convegno per valutare la permanente cooperazione, e per celebrare il gemellaggio con il Comune di Martignano dei Greci. Tra i due Comuni quello libanese di Kafar Matta e il Comune di Martignano dei Greci (Lecce), si celebrano 30 anni di cooperazione. L’ex Sindaco Luigino Segio, e l’attuale Sindaco di fronte alla tragedia umana causata dalla guerra civile in Libano, e senza nessun sostegno esterno, uniscono le forze per il Libano con i componenti della loro piccola amministrazione. Il rapporto straordinario tra Italia e Libano permette di realizzare progetti sociali per i profughi cristiani, e permette ai rifugiati di tornare nei loro villaggi dopo essere fuggiti a causa della guerra civile che ha coinvolto il Libano.
Il Sindaco Nazeer Amin Khaddaj e il Consiglio comunale di Kafar Matta hanno ricevuto la delegazione in visita al centro sociale, al frantoio e al campo sportivo, tutte strutture realizzate per il Comune in difficoltà.
Trenta anni di  solidarietà e di amicizia tra popoli.

Share.

Leave A Reply