Mosca recupera il ruolo in Libia

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Bashir Saleh Bashir  intervistato a Mosca dalla collega Bogdana Ivanova della redazione Assadakah Onlus Associazione Italo-Araba

Redazione Paola Angelini- Redazione Assadakah

Bashir Saleh Bashir originario del Fezzan, regione della Libia nel cuore del deserto del Sahara, è stato il braccio destro del leader Moammar El Gheddafi, l’uomo di fiducia e riferimento dello Stato, Capo di Gabinetto del leader libico, responsabile del Fondo d’Investimento per l’Africa e per le missioni speciali.

Vive in Sud Africa dal 2011 dopo aver abbandonato, per cause di forza maggiore, la Libia e dopo un lungo silenzio tenta di sostenere il suo Paese per facilitarne l’uscita dal caos: “ E’ il dovere di ogni cittadino libico” ha detto alla collega a Mosca Bogdana Ivanova durante una missione a Mosca.

Ha gentilmente accettato di rispondere ad alcune domande

Dopo la lunga assenza dallo scenario libico da parte della Federazione Russa, quali sono, secondo lei, i rapporti che legano Mosca a Tripoli?

Bashir Saleh Bashir – sono stato sorpreso dalle parole rassicuranti di pace e dal ruolo attivo che la Federazione Russa intende avere per il nostro martoriato Paese, la leadership russa conserva ricordi gradevoli della Libia.

Lei sta svolgendo un ruolo più attivo per riconciliare le varie anime, ha in mente dei progetti definiti?

Bashir Saleh Bashir – si certamente, mantengo i contatti con gli ambienti che possono agire, e recentemente ho consultato il leader dell’Unione Africana, e le Nazione Unite. Con rammarico  devo dire che l’Organizzazione Internazionale si è schierata con l’alleanza bellica guidata dalla Francia che ha distrutto la Libia, e non vuole nessun contatto con noi tutti che guidavamo il Paese. Le Nazione Unite sono consapevoli della necessità dei leader legati al periodo di Moamar El Gheddafi, ma non assumono responsabilità e iniziative. Ghassan Salma, inviato speciale delle Nazioni Unite in Libia è convinto sia necessaria la partecipazione di tutti i componenti della Libia.  Anche per i componenti dell‘Unione Africana sono d’accordo che i libici presenti devono incontrarsi nell’ambito di una conferenza di riconciliazione nazionale, solo il coinvolgimento di tutte le parti potrà far uscire la Libia dell’impasse.  Sia il rappresentate ONU per la Libia che l’Unione Africana condividono la necessità di una conferenza internazionale sulla Libia.

Share.

Leave A Reply