Roma – Di Maio incontra omologo iracheno

Talal khrais (Roma) – Nel loro incontro, Di Maio ha prima di tutto rinnovato le condoglianze per il tragico incendio presso l’ospedale Ibn Al-Khatib di Baghdad, fa sapere la Farnesina. Il ministro ha poi rinnovato il continuo impegno italiano a sostegno delle istituzioni e del popolo iracheno in vista di una piena stabilizzazione del Paese, cruciale per l’intera regione. Il titolare della Farnesina ha valorizzato il contributo dell’Italia, nel quadro della Coalizione anti-Daesh e della missione Nato, e ha nuovamente condannato il recente lancio di razzi presso l’aeroporto di Erbil.

Di Maio ha anche ribadito l’importanza della cooperazione bilaterale, ricordando la presenza di imprese italiane nel Paese e l’impegno italiano in ambio culturale e attraverso la cooperazione allo sviluppo, di cui l’Iraq è un Paese prioritario. I due ministri hanno infine passato in rassegna alcuni dei principali temi di interesse regionale, a partire dall’Iran. Il 28 aprile si è svolta oggi la seconda seduta del 2021 del Comitato Congiunto per la Cooperazione allo Sviluppo, l’organo decisionale che delibera sulle attività del settore. La riunione è stata presieduta, per la prima volta dall’assunzione della delega alla Cooperazione allo Sviluppo, dalla vice-ministra degli Affari esteri Marina Sereni. Come riferisce la Farnesina in una nota, tra i 44 punti in agenda il Comitato Congiunto ha deliberato impegni di spesa pari a Euro 155.121.260,00, così suddivisi: 1 credito di aiuto, a favore dell’Albania, per un valore di Euro 35.000.000,00, che si inseriscono nell’ambito del pledge del Governo italiano per la ricostruzione del Paese dopo il sisma del novembre 2019; 21 contributi volontari, per un ammontare complessivo pari 103.606.000 euro, a favore di organismi internazionali per iniziative nei settori salute e educazione globale, sicurezza alimentare, patrimonio culturale, parità di genere, imprenditoria, rifugiati e resilienza; 8 contributi finalizzati per 9,1 milioni di euro in Bosnia-Erzegovina, Egitto, Etiopia, Iraq, Libano, Niger e Siria; 3 iniziative bilaterali che riguardano Afghanistan Egitto e Somalia per 7.415.260 euro. Fra gli ulteriori aspetti di rilievo si segnalano l’approvazione della Programmazione a dono 2021 e le nomine dei Titolari di Sede estera Aics ad Amman, Beirut, Dakar, Khartoum e Mogadiscio. Sono state inoltre presentate le linee guida per infanzia e adolescenza, che sono il frutto di un approfondito confronto tra tutti i soggetti istituzionali, internazionali e di società civili competenti.

Leave A Reply