Suez – Enormi danni economici per la nave incagliata

Talal Khrais (National News Agency – ANN Beirut) – La Stampa Araba, dedica molto spazio alla vicenda della gigantesca nave incastrata nel canale di Suez. L’autorevole Agenzia National News Agency, scrive :” la navigazione nel canale di Suez è temporaneamente sospesa fino a quando il cargo Ever Given non sarà rimesso in grado di navigare.”. Il quotidiano An Nahar :”Da questa rotta passa il 12% del commercio mondiale. Gli spedizionieri: problemi seri se il blocco perdurasse.

Ci sono ripercussioni anche per merci bergamasche dopo l’incidente nel Canale di Suez: una manovra sbagliata per il forte vento e il portacontainer panamense Ever Given, tra le più grandi navi commerciali al mondo, si è incastrato, andando ad occupare in larghezza tutto lo Stretto, bloccando di fatto da tre giorni tutto il traffico marittimo tra Africa, Europa e Asia di quell’area (si calcola che circa il 12% del commercio mondiale passa da lì).” Il quotidiano egiziano al Ahram :” Ancora incertezza su quando la situazione si sbloccherà definitivamente (numerosi i rimorchiatori al lavoro per sbloccare la circolazione, ripresa da poco ma solo in modo parziale): se si superassero i 3-4 giorni, i mercati delle materie prime potrebbero cominciare a risentirne. Emblematico l’esempio del petrolio, con oltre 10 milioni di barili di greggio bloccati e petroliere costrette all’ancoraggio in entrambe le direzioni.

Cosa è il canale di Suez ? Il canale di Suez (in arabo: Qanāt al-Suways) è un alveo artificiale navigabile situato in Egitto, a ovest della penisola del Sinai, tra Porto Said (Bûr Sa’îd) sul mar Mediterraneo e Suez (al-Suways) sul Mar Rosso, che taglia l’omonimo istmo di Suez, permettendo la navigazione diretta dal Mediterraneo all’Oceano Indiano, senza la necessità di circumnavigare l’Africa sull’Oceano Atlantico lungo la rotta del capo di Buona Speranza.

Completato nel 1869 e aperto il 17 novembre 1869, il canale venne realizzato dal francese Ferdinando de Lesseps su progetto dell’ingegnere trentino Luigi Negrelli e consiste di due tratte, a nord e a sud del Grande Lago Amaro: la costruzione durò 10 anni, lavoro svolto grazie ad una cooperazione tra molte nazioni europee tra cui la Francia che diede il contributo maggiore, mentre nel 2015 è stato completato il raddoppio di alcuni tratti del canale.

Leave A Reply