Yemen – La più grande crisi umanitaria del mondo

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Roberto Roggero

Da oltre tre anni è in atto la guerra civile nello Yemen, che sui media occidentali sta passando sotto un paradossale silenzio, nonostante sia in atto una crisi umanitaria senza precedenti, più grave di quella causata dal conflitto siriano. La popolazione yemenita è allo stremo, i morti accertati sono ormai oltre 15mila, e sono 22 milioni i civili che hanno estremo bisogno di aiuto.

La gente dello Yemen vive sotto bombardamenti quotidiani, in costante assedio. Oltre la metà delle infrastrutture sanitarie sono state distrutte, e le restanti sono quasi tutte chiuse per mancanza di personale, medicinali, corrente elettrica e acqua.

L’emergenza è inoltre aggravata dal’embargo che ha ridotto al minimo l’ingresso di aiuti umanitari e generi di prima necessità, anzitutto cibo, medicinali, acqua e carburante, che è necessario soprattutto per effettuare i trasporti, ma anche i pochi generatori elettrici e gli impianti di pompaggio idrico, grazie ai quali 15 milioni di yemeniti possono accedere all’acqua potabile.

Chi sta pagando il prezzo maggiore di questa guerra, sono naturalmente i più deboli, i bambini. Oltre 3 milioni rischiano di morire per malnutrizione, malattie e condizioni estreme, se non riceveranno al più presto cure e aiuti adeguati.

Nello Yemen sconvolto dalla guerra sono in azione, fra alcuni altri, gli operatori di Intersos che, con speciali cliniche mobili, soccorrono incessantemente la popolazione, soprattutto donne e bambini che hanno bisogno di interventi medici e trattamenti sanitari per sperare di guarire, anche in zone di difficile accesso. La comunità internazionale, nel frattempo, sembra non curarsi di quanto sta accadendo in questo remoto Paese.

Share.

Leave A Reply